Rilasciata la release stabile di LibreOffice 3.3

Nella giornata di oggi la Document Foundation ha rilasciato la prima release stabile di LibreOffice, la suite per ufficio nata da una costola di OpenOffice.org.

Prima di elencare le novità della suite facciamo un piccolo passo indietro… La Document Foundation è una fondazione di sviluppatori e programmatori provenienti dal progetto OpenOffice.org. In seguito all’acquisizione di Sun Microsystem da parte di Oracle, molti del team di OOo hanno ritenuto opportuno riunirsi in una fondazione indipendente proprio per diffendere la libertà e la forma open-source del progetto. Ed ecco che viene fondata la Document Foundation. Questo succedeva nel mese di settembre 2010, la fondazione allora raggruppava solo una ventina di persone mentre ad oggi sono più di cento, ed è per questo che in così poco tempo è stato possibile realizzare LibreOffice 3.3 (al momento OpenOffice.org 3.3 è ancora alla Release Candidate 10).

Le differenze dal punto di vista delle funzionalità tra OOo 3.3 e LO 3.3 è pressoché nulla, entrambre infatti contengono le stesse migliorie e aggiunte. Uno degli obbiettivi che la DF si è posta per il futuro è la separazione di LibreOffice da OpenOffice.org, in programma, infatti c’è la riscrittura totale del codice sorgente in modo da ridurre la dipendenza con Java e aumentare così le prestazioni; e l’implementazione di nuove funzionalità.

Ma adesso passiamo alle novità più importati della suite:

  • Nuova finestra di stampa;
  • Possibilità di Salvare in formato Office 2007 (docx, xlsx, pptx);
  • Aggiunta la barra di ricerca rapida in ogni applicazione;
  • Importazione nativa dei PDF;
  • Importazione e manipolazione di file SVG;
  • Calc ora supporta 1 milione di righe;
  • Calc permette di impostare un colore alle etichette;
  • Migliore gestione dei sinonimi;
  • Impress, rivisitazione interfaccia grafica (progetto rennaissance);

E’ possibile scaricare l’ultima versione di LibreOffice dal sito http://it.libreoffice.org.